X Questo sito utilizza cookie anche di terze parti, continuando la navigazione l'utente ne acconsente l'utilizzo. Per informazioni su quali cookie vengono utilizzati e su come disabilitarli consultare l'informativa estesa.
Aspesi
ASPESI - Associazione Nazionale tra le Società di Promozione e Sviluppo Immobiliare
24/02/2022
Pnrr, per Roma ci sono 4,6 miliardi: progetti e ambiti d’intervento

Digitalizzazione, cultura e ricerca. Mobilità sostenibile, economia circolare ed efficientamento energetico. Politiche sociali, riqualificazione delle periferie, politiche attive del lavoro. Sono le tre marco-direttrici strategiche messe a punto da Roma Capitale per valorizzare il più possibile le ingenti risorse in arrivo con il Pnrr (Piano nazionale di ripresa e resilienza): un "menù molto ricco", per dirla con il sindaco Roberto Gualtieri, che parlando alla platea del convegno 'Italiadomani' all'auditorium Parco della Musica, ha illustrato i maggiori interventi che riguarderanno la Capitale alla presenza dei ministri Giovannini, Garavaglia e Bonetti e del vicepresidente della Regione Lazio Leodori. "Si tratta - dichiara il primo cittadino - di un piano ambizioso di rilancio della Capitale che ci carica di una grandissima responsabilità affinché Roma faccia, finalmente, quel passo in avanti in termini di sostenibilità e coesione, per poter esprimere tutte le potenzialità di una vera, moderna Capitale europea".


Innovazione, cultura e turismo 


Per quanto riguarda la digitalizzazione, i progetti riguardano la 'Mobility as a Service', con 2,5 milioni di euro, la reingegnerizzazione e messa in sicurezza dei dati e la 'normalizzazione' dei servizi digitali; per la cultura spiccano il progetto Caput Mundi, con 500 milioni di euro, i 300 milioni per Cinecittà e gli interventi in parchi e ville storiche, per 6 milioni; nell'ambito turismo spiccano il Rome Technopole, con un bando da 120 milioni (un polo multitecnologico e transdisciplinare di riferimento internazionale per la formazione, la ricerca e l'innovazione), e poi il potenziamento delle strutture di ricerca e la creazione di campioni nazionali di R&S e la realizzazione di partenariati estesi.


Sostenibilità 


Si parte dalla mobilità, con 120 milioni per la linea tranviaria Termini-Venezia e 100 per quella Togliatti, 292 milioni per il rinnovo 'green' della flotta del tpl (con l'acquisto di 411 bus elettrici e delle relative infrastrutture, in servizio entro il 2026) e 13 milioni per la realizzazione di ciclovie. Per quanto riguarda l'economia circolare e il sistema idrico, sono previsti 80 milioni per impianti di gestione anaerobica della frazione organica (si tratta di due impianti per il trattamento di 100mila tonnellate l'uno di rifiuti organici, che produrranno compost e biogas per tutti gli usi industriali), 42 milioni per impianti di trattamento di carta e plastica, 10 milioni per 10 centri di raccolta, e ancora 23 milioni per impianti trattamento delle acque e dei fanghi e 150 milioni per la messa in sicurezza e l'ammodernamento dell'approvvigionamento idrico. A completare il quadro della seconda direttrice strategica ci sono efficientamento energetico e forestazione: qui ci sono 2,2 milioni di euro per l'abbattimento e il rifacimento di un edificio scolastico, 16 milioni per il rifacimento di 11 edifici scolastici e scuole per l'infanzia, 5 milioni per il rifacimento di 8 edifici tra scuole, mense e palestre e 50 milioni per il Piano di forestazione urbana con 300mila alberi piantati entro il 2026. 


Periferie e inclusione 


Per quanto riguarda le periferie, verranno messi a punto cinque Piani urbani integrati per un totale di 330 milioni di euro (con particolare attenzione alle biblioteche che vedranno un ampliamento ed efficientamento degli spazi, ma anche ad esempio al recupero del complesso monumentale dell'ex ospedale psichiatrico Santa Maria della Pietà, con una ristrutturazione ecosostenibile con al centro servizi sociali e culturali), tre progetti innovativi per la qualità dell'abitare (Pinqua) per 40 milioni di euro e nove interventi per la riduzione di emarginazione e degrado, con un costo di 10 milioni. Si passa poi a inclusione sociale e lavoro, con interventi per il sostegno a persone vulnerabili e anziani non autosufficienti (16 milioni di euro), percorsi di autonomia delle persone con disabilità (21 milioni per due progetti in ognuno dei 15 municipi di Roma per l'abbattimento delle barriere materiali e immateriali), housing first e stazioni di posta (18,5 milioni). Infine la sanità, con interventi a titolarità della Regione Lazio con ricadute dirette per il territorio della Città metropolitana di Roma per un totale di 330 milioni di euro.


I principali progetti ad alto impatto su Roma


Non solo Pnrr però, perché negli stessi ambiti ci sono già quasi altri 6 miliardi di euro per interventi che si andranno a integrare con il Piano stesso. A partire dalla 'cura del ferro', con 3,634 miliardi di euro per progetti in merito all'anello ferroviario Roma-Vigna Clara-Tor di Quinto, Pigneto, upgrading del nodo ferroviario di Roma, potenziamento delle linee Castelli Romani, raddoppio Lunghezza-Guidonia, raddoppio Lunghezza-Campo Leone-Aprilia e rinnovo del materiale sulle linee metro A,B e B1. 

Ci sono poi 170 milioni per le infrastrutture stradali, con l'estensione della gestione Anas delle strade principali che consentirà il rifacimento del manto stradale e il miglioramento della mobilità nell'arco di tre anni. E ancora 750 milioni per la riqualificazione del sistema idrico del Peschiera attraverso un intervento integrato sul suo ramo superiore; 1,4 miliardi per la riqualificazione ed efficientamento della città in previsione del Giubileo 2025; 80 milioni del Por-Fesr 2021-2027 che saranno impiegati per interventi di riqualificazione del lungomare di Ostia, per integrare le risorse del Pnrr per il progetto del Tecnopolo, per i 10 chilometri della scienza di Tor Vergata e per il recupero dell'incubatore di piazza dei Cinquecento.


Scarica le slides della presentazione dei programmi di Roma Capitale
Associazione Aspesi - P.zza Diaz, 1 - 20123 Milano - Codice fiscale: 97135100150 - Informativa Cookies - Informativa Privacy