X Questo sito utilizza cookie anche di terze parti, continuando la navigazione l'utente ne acconsente l'utilizzo. Per informazioni su quali cookie vengono utilizzati e su come disabilitarli consultare l'informativa estesa.
Aspesi
ASPESI - Associazione Nazionale tra le SocietÓ di Promozione e Sviluppo Immobiliare
29/05/2020
PROPOSTE CONFEDILIZIA-ASPESI SUL DECRETO RILANCIO

Si è tenuta venerdì scorso l'audizione di Confedilizia, all'interno della quale ASPESI rappresenta la società immobiliari, presso le Commissioni Bilancio del Senato e della Camera in merito al decreto-legge “rilancio”.

Qui di seguito sintetizziamo le richieste esposte dal Presidente Spaziani Testa:

 

Locazioni



  • Introduzione di una norma specifica che consenta al conduttore di cedere il credito d’imposta del 60% al proprietario in luogo del pagamento del corrispondente canone, eliminando di fatto il presupposto dell’avvenuto pagamento dello stesso

  • Riconsiderazione del limite dei 5 milioni annui di fatturato come limite per l'accesso alle misure agevolative

  • Utilizzo del credito d’imposta anche per le attività che non abbiano la disponibilità del parametro di confronto con i mesi marzo-maggio 2019

  • Precisazione dell’utilizzabilità ripetuta della cessione del credito di imposta (se non già previsto)

  • Eliminazione del limite di utilizzo del credito nel solo anno di riferimento

  • Eliminazione della norma art 216 comma 3 che di fatto - con una inopportuna intromissione dello Stato in un rapporto di locazione tra privati - impone un dimezzamento dei canoni di locazione per gli impianti sportivi

  • Riduzione della tassazione dei redditi da locazione con la previsione della cedolare secca al 10% per tutti i contratti in essere, quanto meno in regime speciale temporaneo

  • Aumento del fondo per le locazioni previsto all’art. 29 e snellimento delle procedure di accesso con sistemi innovativi di erogazione dei contributi (o tramite assegnazione diretta o con buono affitti rigorosamente legati al pagamento dei canoni)


 

Ecobonus e sismabonus

 



  • Estensione fino al 31.12.2022 dell'ecobonus 110% trattandosi di lavori rilevanti, spesso condominiali, quindi con iter decisionali, burocratici e realizzativi lunghi

  • Snellimento tramite eliminazione di vincoli quali il visto di conformità (es. applicando un limite minimo di spesa tipo 5/10mila euro per contribuente) e attestazione congruità (con forme esimenti per piccoli errori o colpe lievi)

  • Estensione ecobonus a tutte le seconde case senza distinzione di categoria

  • Estensione della sospensione Imu prevista per il settore turistico  alle abitazioni locate a fini turistici

  • Rinvio generalizzato Imu

Associazione Aspesi - P.zza Diaz, 1 - 20123 Milano - Codice fiscale: 97135100150 - Informativa Cookies - Informativa Privacy