X Questo sito utilizza cookie anche di terze parti, continuando la navigazione l'utente ne acconsente l'utilizzo. Per informazioni su quali cookie vengono utilizzati e su come disabilitarli consultare l'informativa estesa.
Aspesi
ASPESI - Associazione Nazionale tra le SocietÓ di Promozione e Sviluppo Immobiliare
13/03/2020
Nomisma, 2 mld investimenti in hotel in I sem 2019

MILANO (MF-DJ)--Nel primo semestre del 2019 in Italia sono stati investiti circa 2 miliardi di euro nel settore alberghiero. Un mercato in crescita in un Paese che, con 33 mila alberghi e 1,1 milioni di camere, possiede il più grande 'portafoglio ricettivo' in Europa, seguita da Germania e Spagna, collocandosi in terza posizione assoluta a livello mondiale. In particolare, oltre la metà degli investimenti alberghieri in Italia proviene dall'estero (di questi un quarto è di origine extraeuropea). Circa la metà è concentrata su Roma, seguita a distanza da Milano, Venezia e Firenze.


 

Sono questi, in anteprima, alcuni dei dati chiave inclusi nel nuovo report "Una finestra sull'Italia, scenari e prospettive per gli investimenti alberghieri" che Nomisma presenterà il prossimo 23 gennaio a Milano, nel corso della decima edizione del Re Italy Winter Forum 2020, la convention italiana del real estate organizzata nella sede di Borsa Italiana da Monitorimmobiliare e Monitorisparmio.

 

Una giornata che vedrà oltre 2.000 partecipanti, 15 convegni, la partecipazione del 95% delle società del settore con un fatturato superiore ai 20 milioni di euro e il 98% dei fondi immobiliari. Ma non solo. Grande spazio sarà dato alle prospettive per il 2020 delle agenzie di rating e della finanza immobiliare, con approfondimenti sugli investimenti alternativi e sugli investitori stranieri in Italia con la presentazione di nuovi progetti di sviluppo e di rigenerazione urbana. Ad essere presenti saranno i principali rappresentanti del settore, dalle associazioni di categoria agli operatori che si incontreranno per il lancio delle attività dell'anno insieme con le istituzioni per un momento di confronto durante i lavori di quelli che sono ormai da tutti riconosciuti come gli Stati Generali del settore.

 

 Rispetto al tasso di occupazione delle camere (Toc) e alla redditività media, spetta a Napoli il primato per il Toc (con il 77%) mentre è Venezia la location con un RevPar (acronimo di 'Revenue per available room', dato dal prezzo medio di una camera per il tasso di occupazione) più alto a livello italiano (con 165 euro), a fronte di una media italiana rispettivamente del 71% per il Toc e di 108 euro per le revenue.

 

Guardando ai trend di settore, a farla da padrone nel mercato alberghiero sono il segmento del lusso e l'interesse degli operatori internazionali concentrato nelle grandi città capoluogo alla ricerca dei cosiddetti 'trophy asset'. Oltre a queste grandi compravendite, i maggiori volumi di mercato sono rappresentati da transazioni di strutture medio-piccole (di dimensione non superiore alle 100 camere) interessanti sia per investitori stranieri che domestici. Una novità, infine, è la sempre maggiore attenzione del mercato immobiliare verso gli alberghi 'green' (o sostenibili), il segmento dei 'family-hotels', molto diffusi in Europa ma ancora pochi in Italia, e la nuova formula degli 'aparthotel'.

Associazione Aspesi - P.zza Diaz, 1 - 20123 Milano - Codice fiscale: 97135100150 - Informativa Cookies - Informativa Privacy