X Questo sito utilizza cookie anche di terze parti, continuando la navigazione l'utente ne acconsente l'utilizzo. Per informazioni su quali cookie vengono utilizzati e su come disabilitarli consultare l'informativa estesa.
Aspesi
ASPESI - Associazione Nazionale tra le SocietÓ di Promozione e Sviluppo Immobiliare
17/07/2019
Tavolo di lavoro sul programma "ReinvenTIAMO Roma"

Si è tenuta il 24 maggio la riunione del tavolo di lavoro convocato dall'Assessorato all'Urbanistica di Roma Capitale sul programma "ReinveTIAMO Roma", volto ad avviare procedure innovative mirate allo sviluppo di processi di rigenerazione urbana. Tali procedure prevedono un confronto tra raggruppamenti interdisciplinari finalizzati a trasformare e rigenerare i luoghi scelti sapendo interpretare i bisogni di una società in rapida trasformazione e proponendo soluzioni innovative che rispettino l'ambiente, parallelamente ad architetture di alta qualità e con l'insediamento di funzioni in grado di portare benefici per le comunità che abitano in quegli specifici territori.

L'Assessore Montuori ha quindi ritenuto di condividere ed illustrare le modalità con cui tali procedure saranno sviluppate al fine di avere la più ampia partecipazione alle fasi di confronto progettuale che seguiranno la definitiva uscita dei bandi con le relative caratteristiche.

Al tavolo sono state chiamate a partecipare ASPESI ROMA, ACER, ASSOIMMOBILIARE, FEDERLAZIO e OICE. Alla riunione erano presenti: per ASPESI ROMA Paolo Buzzetti, Gennaro Farina ed Elga Benini; per ACER Niccolò Rebecchini, Pierluigi Cipollone, Enzo Poli e Filippo Berardelli; per ASSOIMMOBILIARE Marco Sangiorgi; per FEDERLAZIO Alessandro Sbordoni; per OICE Valter Macchi.

 

A margine del confronto l'Assessore Montuori ha dichiarato: "Oggi in Assessorato si è tenuto un incontro con diversi rappresentanti del mondo dell'imprenditoria per illustrare le procedure individuate per la realizzazione del programma Reinventiamo Roma e che vedrà i bandi avviati dopo l’estate contemporaneamente in tutte le città della rete C40 sul sito Reinventing Cities.

Il progetto lanciato dall'amministrazione ha l'obiettivo e l'ambizione di creare strutturalmente una nuova alleanza tra amministrazione, sviluppatori, investitori, gestori, stakeholder, reti territoriali e cittadini e per farlo servono da una parte regole chiare e tempi certi e dall'altra un'attenzione reale alle esigenze del territorio. 
Roma deve e vuole essere protagonista anche attraverso la rigenerazione urbana intesa come reale servizio al territorio nella sua concezione più innovativa rispetto all'attuale richiesta di chi vive gli spazi. 

“ReinvenTIAMO Roma” vuole sviluppare una visione per portare la città a immaginare modalità innovative di rigenerazione dei suoi spazi abbandonati. È parte di una strategia generale che integra il lavoro della Strategia di Resilienza e il lavoro in atto con la rete C40 che collega oggi oltre 90 tra le più grandi città del mondo con l’obiettivo di individuare le migliori modalità per favorire la sostenibilità urbana. E lo fa partendo da un elenco di luoghi e spazi cui se ne potranno aggiungere degli altri da riqualificare. 
L’idea fondamentale è di legare, attraverso progetti di qualità, investimenti del settore privato, forme innovative nella gestione dei luoghi e degli spazi, attività di stakeholder e coordinamenti territoriali, per sviluppare progetti concreti e partecipati e quindi in cui il territorio sia in grado di indirizzare gli investimenti verso i bisogni reali che scaturiscono da un confronto sui temi
.

Questo lavoro vuole proporre una visione innovativa della città ponendo sfide ambientali, sociali, culturali attraverso progetti di qualità che possano inserirsi realmente nel contesto urbano".

 

Reinventiamo Roma  prevede la messa a bando di 14 edifici pubblici abbandonati sui quali, con l'intento di utilizzarli, verranno raccolte le proposte dei privati, selezionali i progetti e lanciati concorsi di progettazione. Nella “prima rosa” di immobili, selezionati da un elenco più nutrito sulla base della “disponibilità immediata” e della “vicinanza di mezzi di trasporto pubblico su ferro”, figurano quattro ‘ambiti urbani’ (Bastogi, ex Mira Lanza, immobile Ama di via Crispi e Castrense – ex filanda) e dieci “immobili puntali”, per la maggior parte ex scuole da tempo in disuso.“


A sisposizione dei Soci che ne faranno richiesta il documento illustrativo su "ReinvenTIAMO Roma - Call per progetti innovativi"
Associazione Aspesi - P.zza Diaz, 1 - 20123 Milano - Codice fiscale: 97135100150 - Informativa Cookies - Informativa Privacy