X Questo sito utilizza cookie anche di terze parti, continuando la navigazione l'utente ne acconsente l'utilizzo. Per informazioni su quali cookie vengono utilizzati e su come disabilitarli consultare l'informativa estesa.
Aspesi
ASPESI - Associazione Nazionale tra le Società di Promozione e Sviluppo Immobiliare
30/07/2019
ASPESI LANCIA IL COMITATO “150 ANNI ROMA CAPITALE D’ITALIA”

Imprenditori, professionisti e rappresentanze del settore immobiliare avviano le attività del Comitato che auspica la rinascita di Roma attraverso iniziative di rigenerazione con proposte di celebrazioni a partire da settembre 2019




(nella foto: Paolo Buzzetti - Consigliere incaricato per i Rapporti Istituzionali ASPESI a Roma e Presidente del Comitato, Federico Filippo Oriana - Presidente Nazionale ASPESI e Rosalia Alba Castiglione - Assessore al Patrimonio e alle Politiche abitative del Comune di Roma)
Roma, 15 maggio 2019. Tra meno di due anni Roma si confronta con una storica ricorrenza: i 150 anni dalla sua designazione a Capitale d’Italia. È l’occasione concreta per mettere a fattor comune le forze dei principali interlocutori istituzionali, associazioni di categoria, imprenditori, professionisti e investitori e mondo della cultura e lasciare una degna impronta nella Storia. È per questo motivo che, prima fra tutte, l’Associazione che riunisce le società di promozione e sviluppo immobiliare, ASPESI ROMA, dà avvio proprio oggi nella Sala Andrea Pozzo della Camera di Commercio alle attività del Comitato per la celebrazione dei 150 anni di Roma Capitale. L’organismo, attivato a novembre 2018, è stato già salutato da grande condivisione delle forze produttive e culturali della società romana e nazionale che hanno sottoscritto un impegno a partecipare il 13 dicembre 2018 al MAXXI.  

Ripartire dalla rigenerazione urbana. Come sottolinea il Presidente nazionale di ASPESI, l’Avvocato Federico Filippo Oriana, “Roma con la sua storia bimillenaria e la sua dotazione di beni e valori culturali, artistici e religiosi è unica nel suo storico ruolo di cerniera tra popoli e culture, bilanciere insostituibile di rapporti internazionali”. “Per questo – continua Oriana – occorre riconoscere pienamente l’appuntamento del 2020 perchè Roma possa riappropriarsi di quel ruolo. Non si può dunque che partire dal recupero urbano della città per rinsaldare la missione di capitale storico-culturale-spirituale in processi e progetti virtuosi di rigenerazione urbana”.

La proposta di ASPESI ROMA. Il percorso di partenza dovrà avere inizio verosimilmente il 20 settembre del prossimo anno, data in cui ricorreranno i 150 anni dalla presa di Porta Pia da parte dei Bersaglieri (presupposto necessario per la proclamazione della nuova Capitale d’Italia) e culminare nell’anno successivo.
ASPESI ROMA sta portando avanti questo ambizioso progetto di rinascita  per mezzo delle attività del Laboratorio Permanente per Roma che lavora su proposte e progetti già pronti e da sviluppare al fine di contrastare l’immobilismo e sottolineare la vivacità e il desiderio di riscatto dell’economia romana” – dichiara Paolo Buzzetti, Consigliere incaricato per i Rapporti Istituzionali ASPESI a Roma e Presidente del Comitato –. "Dobbiamo raccogliere la sfida dei 150 anni di Roma Capitale per rilanciare l'orgoglio e la consapevolezza di Roma - ha continuato Buzzetti - e per rilanciare l'economia bisogna puntare sul riuso e restauro del grande patrimonio immobiliare di Roma, un tesoro inestimabile".

 

Associazione Aspesi - P.zza Diaz, 1 - 20123 Milano - Codice fiscale: 97135100150 - Informativa Cookies - Informativa Privacy