X Questo sito utilizza cookie anche di terze parti, continuando la navigazione l'utente ne acconsente l'utilizzo. Per informazioni su quali cookie vengono utilizzati e su come disabilitarli consultare l'informativa estesa.
Aspesi
ASPESI - Associazione Nazionale tra le SocietÓ di Promozione e Sviluppo Immobiliare
30/07/2019
ASPESI: LA TAV SI FARA' PERCIO' BASTA PERDERE TEMPO

Oriana: "I ritardi  costano all'Italia soldi, reputazione, PIL, lavoro ed inquinamento  

Torino, 14 febbraio 2019 - “Il problema della TAV è quanto tempo si vuole ancora perdere prima di riaprire i cantieri, non è se la si farà o no - ha dichiarato a margine dell’incontro odierno alla Camera di Commercio di Torino delle associazioni imprenditoriali piemontesi pro-TAV Federico Filippo Oriana, Presidente nazionale dell’associazione delle società di investimento immobiliare ASPESI.” “L’esperienza ultraquarantennale - ha proseguito Oriana - di problematiche politico-economiche, nazionali e locali, mi insegna infatti che quando una cosa è ovvia nella sua necessità, prima o poi si fa. Piuttosto cadono i governi, ma quello che è necessario si fa. E questo è il caso, perché è ovvio che per un’infrastruttura internazionale, per un corridoio europeo, finanziata dalla UE e già a “metà dell’opera”, non c’è politica governativa che tenga. Il problema è un altro: che i ritardi - e le esitazioni politiche ingiustificabili che li hanno causati - costano. In tutti i sensi: soldi, reputazione internazionale del Paese, mancato PIL e occupazione, indisponibilità dell’infrastruttura e inquinamento".
"E - ha concluso Oriana - rischia di farci passare dalla parte del torto nel contenzioso con la Francia con la quale, invece, avremmo tutte le ragioni. Indebolendoci a causa della follia NO TAV su dossier essenziali per l'Italia quali la Libia e la Fincantieri

Associazione Aspesi - P.zza Diaz, 1 - 20123 Milano - Codice fiscale: 97135100150 - Informativa Cookies - Informativa Privacy