X Questo sito utilizza cookie anche di terze parti, continuando la navigazione l'utente ne acconsente l'utilizzo. Per informazioni su quali cookie vengono utilizzati e su come disabilitarli consultare l'informativa estesa.
Aspesi
ASPESI - Associazione Nazionale tra le Società di Promozione e Sviluppo Immobiliare
29/11/2018
Il nuovo PGT di Milano

Trasmettiamo il testo del documento distribuito e commentato in occasione del Consiglio Direttivo Nazionale di ieri, elaborato dallo BIP - Belvedere Inzaghi & Partners


***


Come probabilmente è noto, l’Assessore Pier Francesco Maran ha preannunciato che porterà a breve in Consiglio comunale la discussione sul PGT di Milano per la formale adozione.


Al momento è noto il testo che sarà portato in Consiglio comunale, a seguito della pubblicazione avvenuta a conclusione della procedura della VAS. ASPESI aveva a suo tempo avanzato alcune proposte di modifica, elaborate dalla propria Commissione Urbanistica.


Abbiamo avuto il piacere di constatare l’avvenuto accoglimento di una parte consistente di tali proposte.


In particolare, così come indicato e richiesto da ASPESI, dalla lettura delle norme di attuazione del Piano delle Regole che verrà portato in Consiglio comunale emerge che:



  • è stato previsto, all’art. 5.6, che il calcolo della SL (l’attuale s.l.p.) esistente nello stato di fatto debba essere eseguito sulla scorta delle disposizioni del PGT stesso, non solo nell’ambito di interventi di ristrutturazione edilizia, con demolizione e ricostruzione, ma in tutti gli interventi edilizi (così come richiesto nella nostra proposta numero 1);

  • è stata puntualmente considerata tra le funzioni urbane, all’art. 5.15, quella “turistico ricettiva”, funzione - questa - in precedenza non menzionata e quindi di incerta classificazione (così come richiesto nella nostra proposta numero 2);

  • è stata superata, all’art. 6, l’attuale norma che fissa in 0,65 mq/mq l’indice massimo di riconversione degli edifici produttivi (verso altre funzioni urbane) posti su aree di intervento con superficie maggiore di 5.000 mq consentendo, anche in tali casi, il recupero integrale della SL esistente (così come richiesto nella nostra proposta numero 3);

  • sono stati esplicitati, in modo chiaro, all’art. 6.6, i casi in cui è ammesso il superamento dell’indice di edificabilità territoriale massimo (così come richiesto nella nostra proposta numero 4);

  • in conseguenza all’accoglimento della proposta numero 3, è stato anche previsto che le SL sono sempre fatte salve, anche se riferite a spazi con destinazione d’uso produttiva insistenti su aree di intervento superiori a 5.000 mq che si intendono trasformare insediando altre funzioni urbane (così come richiesto nella nostra proposta numero 5);

  • è stata fornita, all’art. 5.6.24, una definizione di “cortile” (così come richiesto nella nostra proposta numero 6);

  • è stata aggiornata la previsione relativa alle limitazioni circa le costruzioni all’interno dei cortili, specificando, all’art. 21.7, che dette limitazioni non risultano derogabili (così come richiesto nella nostra proposta numero 7);

  • è stato inserito, all’interno del “catalogo dei servizi pubblici e di interesse pubblico generale”, il servizio di “coworking”; tale previsione induce a ritenere che detto servizio quando non sussista un convenzionamento, possa ragionevolmente ascriversi alla categoria dei “servizi privati” (così come richiesto nella nostra osservazione numero 11);

  • per quanto riguarda i beni soggetti a tutele sovraordinate, è stato inserito, all’art. 36, un espresso riferimento al Piano di Gestione del Rischio Alluvioni (così come richiesto nella nostra proposta numero 12).


Successivamente all’Adozione da parte del Consiglio comunale, il PGT sarà pubblicato per trenta giorni e nei trenta giorni successivi potranno essere presentate Osservazioni da parte di chiunque vi abbia interesse.


ASPESI sarà vigile sulla procedura ed attenta ai contenuti del PGT adottato; provvederà a presentare formali Osservazioni al fine di migliorare il più possibile i contenuti di questo nuovo strumento urbanistico, ascoltando anche indicazioni e suggerimenti che perverranno dagli Associati.

Associazione Aspesi - P.zza Diaz, 1 - 20123 Milano - Codice fiscale: 97135100150 - Informativa Cookies - Informativa Privacy