X Questo sito utilizza cookie anche di terze parti, continuando la navigazione l'utente ne acconsente l'utilizzo. Per informazioni su quali cookie vengono utilizzati e su come disabilitarli consultare l'informativa estesa.
ASPESI - Associazione Nazionale tra le SocietÓ di Promozione e Sviluppo Immobiliare
29/11/2017
UN SOGNO URBANISTICO PER IL RILANCIO DI ROMA

Alla seconda riunione della Cabina di Regia del Tavolo di lavoro congiunto per il rilancio di Roma Capitale convocato dal Ministro per lo Sviluppo Economico Carlo Calenda, ASPESI - l’Associazione nazionale delle società immobiliari chiamata al Tavolo in rappresentanza dell’intero settore- ha articolato e dettagliato concretamente la sua proposta complessiva “Un sogno urbanistico per Roma” presentata nella prima riunione del 17 ottobre. Che si può riassumere nel tentativo di ripercorrere la success-story del rilancio di Milano all’inizio di questo secolo attraverso alcune operazioni immobiliari mirate di recupero territoriale e rigenerazione urbana.


 Non va infatti dimenticato che Milano è stata rilanciata dopo la depressione degli anni ’90 esattamente con un percorso di questo tipo: la grandissima operazione immobiliare di Isola-Garibaldi-Varesine-Porta Nuova che ha allargato il centro di Milano, attirato gli investitori del Qatar che l’hanno rilevata e riattivato così il flusso virtuoso degli investimenti internazionali nella metropoli lombarda. Diverse altre operazioni immobiliari milanesi - da Citylife a Milano Nord-Portello, da Cascina Merlata a Porta Vittoria-, realizzate o in corso di realizzazione ma sempre di recupero, hanno assecondato e assecondano questo percorso virtuoso.


 Il Presidente Nazionale di Aspesi Federico Filippo Oriana ha articolato questa idea di fondo, contenuta nel primo documento sottoposto al Ministero dopo la riunione di ottobre (clicca qui per scaricare il documento), in alcune proposte specifiche: 1) SEMPLIFICAZIONE e RAZIONALIZZAZIONE NORMATIVA, 2) SMART BUILDINGS per una SMART CITY, 3) SOCIAL e SMART HOUSING, 4) RECUPERO DI QUARTIERI DEGRADATI e OPERAZIONI IMMOBILIARI MIRATE.


 “L’insieme di queste soluzioni di competenza dei vari livelli istituzionali (Stato, Regione e Comune) presenti al Tavolo - ha commentato Federico Oriana - se avviato anche solo in parte determinerebbe un driver complessivo, concreto e formidabile, per il rilancio della Capitale”. “Del resto -ha concluso il Presidente di Aspesi Oriana - al di fuori di un programma di RIQUALIFICAZIONE E RIGENERAZIONE URBANA, ossia di interventi immobiliari-territoriali, non si vede quale altra strada rapida ed efficace si possa realisticamente pensare per risollevare una Roma nelle condizioni attuali”.


 Al seguente link la Rassegna stampa dedicata alla partecipazione di Aspesi al Tavolo per il rilancio di Roma

Associazione Aspesi - P.zza Diaz, 1 - 20123 Milano - Codice fiscale: 97135100150 - Informativa Privacy