X Questo sito utilizza cookie anche di terze parti, continuando la navigazione l'utente ne acconsente l'utilizzo. Per informazioni su quali cookie vengono utilizzati e su come disabilitarli consultare l'informativa estesa.
ASPESI - Associazione Nazionale tra le Societ di Promozione e Sviluppo Immobiliare
29/09/2017
Porta Susa, lex stazione fa gola al mercato. E nel suo futuro ce' un hotel

(fonte La Stampa)


 


Sul tavolo dei vertici di Fs Sistemi urbani sono arrivate le manifestazioni di interesse per l’utilizzo temporaneo dei tremila metri quadrati


Da ricovero di fortuna per senzatetto ad hotel con servizi non solo per i viaggiatori ma anche per la città come una spa, una palestra e anche ristoranti e attività commerciali. Il futuro del fabbricato storico della stazione di Porta Susa ha fatto un passo in avanti: nei giorni scorsi, infatti, sul tavolo dei vertici di Fs Sistemi urbani sono arrivate le manifestazioni di interesse per l’utilizzo temporaneo di quei tremila metri quadrati di spazi commerciali distribuiti su cinque livelli. 


La società del gruppo Fs ha scelto di non rendere pubbliche le manifestazioni di interesse spiegando che si tratta di un’attività preliminare di un «processo di valorizzazione più ampio dell’asset immobiliare». L’obiettivo finale resta quello di vendere lo storico fabbricato anche se non è stata fissata una data. Da Fs Sistemi urbani fanno sapere che si stanno valutando delle nuove soluzioni architettoniche, da condividere con la Città che, in coerenza con le previsioni urbanistiche in vigore, siano più aderenti alla sistemazione definitiva dell’area conseguente al completamento della nuova stazione dell’alta velocità. 


LA DESTINAZIONE RICETTIVA  


Il vicesindaco e assessore all’Urbanistica, Guido Montanari, conferma la destinazione ricettiva dell’area che comprende la stazione storica che «sarà conservata» e una nuova struttura che sorgerà negli spazi dove fino al 2013 era operativo un fast food che «non dovrà soffocare il fabbricato storico».  


Si tratta di una superficie di circa 5300 metri quadrati di cui 1800 già esistenti complessivamente circa 5.300 mq di cui 1800. Il confronto tra la Città ed Fs sistemi Urbani è ancora all’inizio ma il Comune vorrebbe l’insediamento di attività di servizio per i viaggiatori ma anche per i residenti. Tra le ipotesi da approfondire c’è quella di un ristorante, di una palestra, di una spa e anche di una galleria commerciale.  


IL NODO PARCHEGGI  


Resta anche da definire il problema dei parcheggi a servizio della nuova struttura. Intanto la Città è orientata a destinare ad uso terziario le strutture che dovrebbero sorgere sull’area di proprietà delle Ferrovie dove il piano regolatore aveva previsto la costruzione di un grattacielo. Nei mesi scorsi il bando per la vendita dei diritti edificatori, infatti, era andata deserta.

Associazione Aspesi - P.zza Diaz, 1 - 20123 Milano - Codice fiscale: 97135100150 - Informativa Privacy