X Questo sito utilizza cookie anche di terze parti, continuando la navigazione l'utente ne acconsente l'utilizzo. Per informazioni su quali cookie vengono utilizzati e su come disabilitarli consultare l'informativa estesa.
Aspesi
ASPESI - Associazione Nazionale tra le SocietÓ di Promozione e Sviluppo Immobiliare
09/07/2019
9/7/19 - TAVOLA ROTONDA ASPESI ROMA SU "SPECIAL HOUSING: OPPORTUNITA' DI SVILUPPO NELLA CAPITALE"
"Special housing: opportunita' di sviluppo nella Capitale" e' stato il tema principale della tavola rotonda organizzata da ASPESI ROMA al Circolo Tevere Reamo, a cui hanno partecipato l'Assessore all'Urbanistica Luca Montuori, Giovanni Maria Benucci (AD di Fabrica Immobiliare SGR), Stefano Cervone (Consigliere Delegato di NovaRe Siiq) e Luigi Mario Daleffe (Presidente di Enpam Real Estate).

Invitati dal Presidente Oriana, moderatore della tavola, i rappresentanti delle tre grandi realta' immobiliari hanno illustrato i rispettivi casi di intervento (in particolare, student housing per Fabrica SGR, RSA per Enpam Real Estate e hospitality per NovaRe Siiq) ed i presupposti in base ai quali un operatore della finanza immobiliare decide di investire in interventi di special housing destinati a fasce di reddito basse.

Benucci ha parlato di "investitori pazienti", che sommano il piccolo rendimento derivante dall'operazione al profitto sociale.

Cosi' come Daleffe, riferendosi alla categoria degli anziani, ha sottolineato l'importanza di allungare loro la vita come medici ma anche di ampliare le opportunita' abitative.

L'Assessore Montuori ha espresso apprezzamento per gli interventi del dibattito in cui ha riscontrato "per la prima volta una chiara coscienza della casa intesa come "servizio" e dell'abitazione intesa come "infrastruttura", con mobilita' crescente".
L'idea dell'Amministrazione - che ha costituito all'interno dell'Assessorato un'unita' speciale per i progetti particolari - e' di incentivare gli interventi destinati allo special housing consentendo il "mix" all'interno dello stesso edificio, ad esempio destinando piani diversi dello stesso building a studenti e anziani, come avviene in Germania.

Intervenendo poi in generale sul recupero delle aree dismesse della Capitale ha dichiarato che l'Amministrazione ha individuato nello SDO l'area da riqualificare prioritariamente, per la sua prossimita' ai nodi di trasporto e la sua dotazione infrastrutturale.
Il Sistema Direzionale Orientale, SDO, concepito negli anni cinquanta per dare a Roma un'area dedicata agli uffici e delocalizzare i Ministeri, dopo essere stato oggetto di importanti interventi ancora nei primi anni '90 e' stato poi abbandonato. "Ma sono molte le aziende - ha dichiarato Montuori - interessate a quest'area".
Il recupero dello SDO e', tra l'altro, sinergico con le prospettive di riqualificazione delle aree di proprieta' delle Ferrovie dello Stato di cui all'accordo sottoscritto dal Gruppo con il Comune di Roma.
"Nell'ambito del progetto piu' ampio di rigenerazione urbana che deve coinvolgere l'intera citta' e' sicuramente una "strategia" condivisibile quella di partire dalle porzioni ubicate in zone gia' dotate delle infrastrutture necessarie - come stazioni metro, ferroviarie e collegamenti stradali efficienti - per facilitare l'insediamento negli spazi lavorativi e abitativi", ha aggiunto il Presidente di ASPESI ROMA Federico Filippo Oriana. "L'area dello SDO - ha concluso - costituisce indiscutibilmente una buona base di partenza per il rilancio di Roma ma anche un'ottima opportunita' per gli operatori immobiliari".

Al termine della tavola rotonda si e' svolta la cena sociale di ASPESI ROMA, con l'intervento del Presidente della Camera di Commercio Filippo Tortoriello.
Associazione Aspesi - P.zza Diaz, 1 - 20123 Milano - Codice fiscale: 97135100150 - Informativa Cookies - Informativa Privacy